Travaco siccomario - Nuovo centro civico integrato

Stampa

 

 

 


 

Progettisti:   Ing. Fabio Barbuto

                       Ing. Giovanni Barbuto

                       Ing. Ilaria Ligarò

                       Arch. Raffaella Squillace

 

Relazione Tecnico - Descrittiva                  

 

L’idea progettuale proposta tiene conto interamente di tutte le richieste del bando di concorso e vuole essere una proposta funzionale e ben fruibile dalla cittadinanza tutta, tale da integrare in un design moderno i molteplici servizi che l’Amministrazione Comunale vorrà somministrare.

Nella stesura del progetto si è considerata innanzitutto l’idea di ottimizzare lo spazio disponibile ed allo stesso tempo di realizzare delle strutture che ben si integrassero nel contesto di nuova urbanizzazione della città.

Sono quindi stati pensati tre edifici distinti e separati così come richiesto, ma allo stesso tempo costituenti un'unica entità edilizia realizzabile ovviamente anche in tempi diversi.

I due edifici ospitanti rispettivamente il palazzo municipale e la biblioteca-archivio sono stati idealizzati su tre livelli ciascuno, mentre l’edificio che ospiterà la sala polifunzionale è stato idealizzato come un unico ambiente monopiano.

Travacò1
Travacò1
3
3
5
5
ts 4 n
ts 4 n
ts 7 n
ts 7 n
ts 10 n
ts 10 n
ts 13 n
ts 13 n

Introduzione.

Lo studio preliminare effettuato sui dati forniti ha portato il gruppo di lavoro a calcolare innanzitutto la superficie utile da occupare e soprattutto ad individuare la migliore sistemazione nello spazio dei vari volumi in modo tale da non interessare la fascia occupata dal fosso e rispettando le distanze minime dai confini.

Si è proceduto quindi ad individuare il giusto numero di livelli tali da poter ospitare tutti i servizi necessari e, successivamente, a procedere alla suddivisione degli spazi interni in modo da ottimizzare le superfici nel pieno rispetto delle normative per la fruizione da parte dei diversamente abili, nonché delle norme di sicurezza e non per ultimo nel rispetto della normativa antincendio cercando di restituire sempre un aspetto gradevole e moderno degli edifici.

Sono state rispettate le percentuali dettate dal bando riguardo la superficie coperta e la superficie permeabile.

Infatti data l’area di intervento di mq 3.200, il 60% di tale cifra corrisponde a 1.920 mq di superficie coperta: il progetto ne propone 1.881 mq.

La superficie permeabile invece era da computare almeno al 50% della superficie scoperta ovvero non inferiore a 640 mq: la superficie permeabile proposta si estende per 870 mq.

Infine è stata prevista l’installazione di pannelli solari sui solai di copertura di tutti e tre i fabbricati per integrare la produzione di acqua calda termo-sanitaria.

Ove previsto dalle normative i servizi igienici sono stati progettati per essere utilizzati da persone diversamente abili.

 

Sala polifunzionale / Teatrino / Sala Consiliare.

Questo edificio, realizzato tenendo conto di tutte le richieste dettate dal bando è costituito da una grande sala con pavimento inclinato e due file di posti a sedere per un totale di 156 sedute; la struttura è costituita da setti in calcestruzzo armato ed è sormontata da una copertura a volta inclinata con struttura in legno lamellare, leggero e di ormai facile reperibilità. La sala è ovviamente dotata di un palcoscenico con quinte smontabili e corridoi di servizio, nonché di un ambiente adibito a camerino dotato di servizi igienici.

La sala è dotata di un ingresso principale nel suo prospetto principale e di uno di servizio nel suo prospetto posteriore.

Nell’edificio così come espressamente richiesto, saranno presenti due sale per le attività ricreative di giovani ed anziani nonché un locale bar fruibile da tutti.

La caratterizzazione del fabbricato è sicuramente l’ampia vetrata del prospetto principale che conferisce eleganza e allo stesso tempo leggerezza al manufatto.

Tutte le murature esterne saranno rifinite con lastre di marmo tipo travertino.

L’edificio, pensato con pianta a forme simmetriche, sarà sormontato da un “tetto-giardino” fruibile dai cittadini.

Infine sarà presente un “secondo livello” dell’edificio identificato nel locale tecnico che ospiterà la centrale termica successivamente descritta.

Biblioteca, Ambulatorio e Archivio Comunale.

Questo fabbricato è stato pensato costituito da tre livelli, leggermente sfalsati nel prospetto l’uno rispetto all’altro tali da conferirgli un aspetto moderno ed accattivante.

L’intero edificio sarà costituito da una struttura in travi e pilastri in calcestruzzo armato e da solai in laterocemento, mentre le murature di tamponamento saranno costituite da laterizi rispettando la normativa sul risparmio energetico.

Tutte le murature esterne saranno rifinite con intonaco pigmentato di colore rosso mattone a partire dal primo piano mentre il piano terra sarà caratterizzato dal rivestimento in marmo travertino.

Rispettando tutte le richieste del bando di concorso, i tre livelli saranno così costituiti:

al piano terra saranno presenti un ingresso con bancone di accoglienza, nonché una sala riunioni ed una sala per la proiezione di audiovisivi serviti da servizi igienici.

Inoltre, con accesso autonomo, sarà presente l’ambulatorio dotato di sala d’ attesa,  servizio igienico e sala visita.

Al primo piano saranno presenti il locale archivio dotato di scaffalature modulari e compattabili. Sarà inoltre presente una sala da adibire ad area di ricerca documentale.

Infine, su questo livello, è stata progettata la sala di consultazione per i bambini con accesso diretto al tunnel che si collega al tetto-giardino presente al secondo livello del teatro.

Al secondo ed ultimo piano saranno presenti una sala per la consultazione di testi, una grande sala lettura e un area dedicata ai servizi igienici.

Tutti i livelli sono collegati tra loro con una scala in calcestruzzo armato e da un impianto ascensore con vano a pareti trasparenti fruibile da persone diversamente abili.

Sono stati previsti accessi separati per ciascuna delle aree funzionali dell’edificio.

Edificio Municipale

L’ultimo corpo di fabbrica di cui si propone il progetto è adibito a palazzo municipale. Anche questo edificio sarà costituito da tre livelli lievemente sfalsati da loro così a richiamare il design dell’edificio “biblioteca – ambulatorio – archivio”.

Così come il suo “gemello” l’edificio è costituito da una struttura in calcestruzzo armato, solai in laterocemento e murature di tamponatura in laterizi.

Anche questo edificio al suo esterno sarà rivestito al piano terra da lastre di marmo tipo travertino mentre ai piani superiori da intonaco pigmentato di colore rosso mattone.

Anche in questo caso rispettando le richieste del bando si sono costituiti tre livelli così come descritto:

Al piano terra trovano posto un ingresso principale con front-office, un deposito per materiali per la manutenzione, uno spogliatoio con servizi igienici e docce e un secondo deposito per materiali per pulizie. Sarà presente infine un accesso riservato ai dipendenti sul prospetto posteriore.

Inoltre saranno presenti due locali accessibili autonomamente, uno da adibire ad ufficio della polizia locale dotato di servizi ed uno da adibire a servizi di consulenza anch’esso dotato di servizi igienici.

Il primo piano è stato ripartito in tre aree organizzative ciascuna servita da un front-office comune per l’accoglienza del pubblico con spazio di attesa. Ogni area organizzativa è suddivisa in quattro ambienti, rispettivamente, due per le postazioni di due operatori, una per un singolo operatore ed un ambiente dedicato al responsabile di area. L’intero piano è provvisto di idonei servizi igienici.

L’ultimo piano è stato dedicato all’accoglienza del sindaco, e del segretario mediante la presenza di uffici rispettivamente dedicati.

Vi sono inoltre un sala per l’accoglienza della giunta, una saletta riunioni ed un locale riunioni. Anche questo piano è servito da idonei servizi igienici.

Anche questo edificio è munito di collegamenti verticali costituiti da un vano scale e da un impianto di ascensore fruibile da persone diversamente abili.

Il corpo di fabbrica è dotato di accessi separati per ciascuna delle aree funzionali di cui è costituito.

Centrale Termica.

La centrale termica sarà ubicata al di sopra dell’edificio Sala polifunzionale / Teatrino / Sala Consiliare in un volume ad essa dedicata. Vista la particolare collocazione della centrale tecnologica, e vista la necessità dell’Amministrazione Comunale di realizzare per primo detto edificio, sarà semplice predisporre i collegamenti impiantistici verso gli altri due edifici realizzabili in tempi diversi.

Opere accessorie.

Per come richiesto espressamente dal bando di concorso, i tre edifici proposti devono avere un collegamento sia impiantistico che fisico. Per quel che riguarda il collegamento impiantistico, sono stati pensati dei condotti sotterranei che ospiteranno tubature atte al passaggio di impianti tecnologici e di cavi elettrici.

Per quel che riguarda il collegamento fisico tra gli edifici, questo sarà garantito da un camminamento coperto e costituito da ampie finestrate che metterà in comunicazione i tre corpi di fabbrica.

Come già accennato nella descrizione della sala polifunzionale – teatrino – sala consiliare, su parte del tetto di quest’ultima sarà previsto un giardino fruibile dalla cittadinanza che arricchirà il nuovo centro civico.

Copyright 2012 reserved Barbuto Ingegneria.

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza nel nostro sito. Questo sito utilizza i cookie, anche di terze parti, per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie. Per saperne di più sui cookies che utilizziamo e come eliminarli, consulta la nostra Cookie Policy. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information